Raclette e Rösti: il padiglione svizzero a Milano. Un anticipo di EXPO 2015!

Nello scorso mese di maggio, mentre attraversavo il parco Sempione passando dalla famosa piazza del Cannone, che unisce il Castello Sforzesco all’Arco della Pace, ho intravisto dei visitatori in abiti alla Guglielmo Tell, con dei bei boccali di birra in mano! Ho pensato al mitico Professor Tell dell’agenzia di traduzioni di Roman Probst, e mi sono avvicinata incuriosita.                                                                  Gusto

Mi sono così trovata a vivere la prima tappa del Giro del Gusto (30 aprile – 11 maggio), iniziativa elvetica, che si è svolta all’interno e attorno alla “Casa Svizzera Mobile” , tipica costruzione svizzera tutta in legno che viene facilmente montata e smontata per i vari eventi. Questo speciale villaggio svizzero, costituito anche da vari stand, aree riposo e pic-nic, e un container dedicato ai trasporti, era già stato sperimentato con successo durante le Olimpiadi invernali di Sochi.

Nelle belle e calde giornate primaverili milanesi, molti visitatori hanno potuto degustare ed acquistare le varie prelibatezze svizzere. Ma non solo. Accanto ai panini con salsiccia, alle porzioni di raclette, ai rosti di patate, al succo di mele e ai vini, c’è stata tanta musica, folcloristica, jazz e classica; si sono svolti interessanti incontri a tema, sull’arte, il design, l’architettura, il turismo e il commercio;  si sono organizzati giochi e concorsi per i bambini.

La città di Zurigo e il Think Thank W.I.R.E. hanno ricordato che presto Zurigo e Milano saranno collegate dalla Nuova ferrovia transalpina (NFTA) che passerà attraverso la nuova galleria del San Gottardo, e che potrebbe già essere pronta per il 2016.

Questo tour iniziato a Milano e che proseguirà a Roma in settembre (dal 22 al 26) e a Torino in ottobre (dal 23 al 27),vuole essere un’anticipazione di Expo 2015, l’esposizione universale  che si terrà l’anno prossimo da maggio a ottobre a Milano. Il tema è Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Ogni Paese dovrà confrontarsi con le varie tematiche legate all’alimentazione, e cercare di proporre soluzioni innovative e sostenibili per salvare il nostro pianeta.

Finora sono 144 gli Stati che hanno aderito, e la Svizzera è stata la prima a firmare l’accordo di partecipazione. Il padiglione svizzero , con una superficie di 4432 m2, si presenterà con un grande spazio aperto e quattro alte torri, piene di prodotti alimentari svizzeri, messi liberamente a disposizione dei visitatori, che vedranno,man mano, diminuire le scorti alimentari. Il progressivo svuotamento delle torri , alle quali si accede tramite ascensori, vuole portare l’attenzione sul problema dell’eccessivo consumo di cibo nei paesi occidentali e far riflettere sulle proprie abitudini, invitando a una maggiore consapevolezza e sostenibilità.

Il progetto è della società di architetti Netwerch GMBH di Brugg e porta il nome “Confooderatio Helvetica”.

Vi aspetto numerosi a Milano l’anno prossimo e, se avete bisogno di maggiori informazioni, io sono qui!

4 luglio 2014
Nessun commento

Sito web tradotto in 14 lingue – ecco come comunica il Cantone di Zugo

Un Cantone, quattordici lingue: il Cantone di Zugo è la prima autorità a comunicare con i propri cittadini e turisti in molte più lingue rispetto alle sole lingue nazionali, ovvero anche in cinese, arabo, croato e molte altre. In questo modo il sito web del Cantone contribuisce in modo determinante all’integrazione. Grazie a quest’iniziativa il Cantone di Zugo svolge un ruolo da pioniere in Svizzera.

Dr. Marc Höchli, Kommunikationsbeauftragter des RegierungsratesImmigrati, turisti e anche aziende: tutti nel Cantone di Zugo giovano di una comunicazione aperta. Quando il sito web del Canton di Zugo è stato attivato in quattordici lingue, il Dr. Marc Höchli, responsabile della comunicazione del Consiglio di Stato, ha ricevuto esclusivamente feedback positivi. La spesa in termini finanziari e di personale si è mantenuta entro i limiti.

Se desiderate scoprire di più su questo progetto pionieristico in Svizzera, leggete l’intero articolo e l’intervista al Dr. Marc Höchli. Scoprite anche quanto costa un sito web in quattordici lingue e che cosa bisogna considerare dal punto di vista culturale.

Das Altstadt, das Wahrzeichen von Zug

Più giudizi positivi dei clienti. Due nuovi riconoscimenti. Il 30% in più di fatturato.

30% in più di fatturato, giudizi dei clienti sempre più positivi e altri due riconoscimenti: anche nel 2013 TRANSLATION-PROBST SA si è lasciata viziare dal successo. Uno sguardo al passato.

Nonostante il contesto economico difficile degli ultimi anni, nel 2013 TRANSLATION-PROBST SA è riuscita a incrementare di un ulteriore 30% il proprio volume d’affari, non da ultimo grazie agli investimenti nell’ambito dello sviluppo dei collaboratori e dell’incremento della qualità.

Il voto dei nostri clienti è pari al 5,65

Translation Probst Team

Presso TRANSLATION-PROBST SA ogni cliente può valutare sistematicamente ciascun ordine. Per coinvolgere più clienti ad esprimere una valutazione, fedeli al nostro slogan “La precisione delle traduzioni vale oro”, sorteggiamo regolarmente tra i partecipanti una moneta d’oro del valore di CHF 200.–. Scoprite qui, che cosa pensano i fortunati vincitori della loro inaspettata fortuna.

Nel 2012 i voti del giudizio dei clienti raggiunsero già la rispettabile media del 5,6 (6 = ottimo). Nel 2013 siamo riusciti ad aumentare ancora tale media raggiungendo un elevatissimo livello di soddisfazione della clientela ovvero il voto 5,65. Complessivamente sono oltre 500 i clienti che valutano il contenuto, lo stile linguistico, il tono, la terminologia e l’adattamento al gruppo di riferimento dei testi e delle traduzioni.

Nuovi riconoscimenti e apprezzamenti

Dopo che nel 2012 siamo stati l’unico ufficio di traduzione in Svizzera ad ottenere il riconoscimento dell’Agenzia federale per la promozione dell’innovazione, anche nel 2013 abbiamo avuto il piacere di ricevere altri riconoscimenti e apprezzamenti:

  • ad aprile 2013 abbiamo conseguito il secondo posto per lo Stellenschafferpreis dall’ente promozionale locale di Winterthur.
  • A novembre 2013 ci siamo piazzati tra i primi dieci alla prestigiosa presentazione in occasione dell’expo “Local to Global” di PwC’s Accelerator a Lussemburgo, a cui hanno partecipato venti imprese internazionali selezionate in rapida crescita.

Il prossimo anno TRANSLATION-PROBST SA festeggerà inoltre i suoi dieci anni di anniversario. Segnate sin d’ora il 16 aprile 2015 sul calendario: sarete impazienti di scoprire a cosa brinderemo.

Come proseguirà nel 2014

Adotteremo tutte le misure necessarie per far lievitare ancora di più la già alta media dei voti. L’obiettivo per il 2014 è raggiungere una media superiore al 5,7.
Di primaria importanza è l’ulteriore sviluppo dei nostri stimati, motivati e competenti collaboratori, a cui si deve la nostra crescita di oltre il 30% nel 2013.
Altrettanto fondamentali sono gli investimenti nella nostra tecnologia, in particolare il CRM, per il quale gli scorsi anni abbiamo ricevuto diversi riconoscimenti. A tale proposito la nostra impresa avrà a disposizione nel 2014 un budget d’investimento a sei cifre.
Oltre ai cospicui investimenti in personale e tecnologia, reale fattore trainante per la soddisfazione dei clienti, la direzione aziendale strategica verrà ulteriormente ampliata: dal 1o gennaio 2014 il Dr. Rolf Specht, docente presso il Politecnico federale di Zurigo (psicologia e teologia), rafforza l’azienda in veste di presidente del Consiglio d’amministrazione.

Ringrazio tutti i clienti, i partner e i giornalisti per lo straordinario lavoro nel 2013 e auguro loro uno splendido inizio d’anno 2014.

Roman Probst
MIT Laurea in comunicazione
CEO e membro del Consiglio d’amministrazione

TRANSLATION-PROBST SA diventerà presto internazionale?

pwc_symbolbildRoman Probst e il suo team aspettano con ansia il 24 ottobre 2013, il giorno in cui a Lussemburgo si terrà la prestigiosa presentazione dell’expo «Local to Global» di PwC’s Accelerator. All’evento potranno partecipare 20 imprese selezionate. E TRANSLATION-PROBST SA è una di queste.

Per alcuni imprenditori avere la possibilità di presentarsi davanti a partner internazionali, clienti ed eventuali soci, è un sogno che si realizza. Grazie a un team motivato, TRANSLATION-PROBST SA è sufficientemente ambiziosa e qualificata per crescere anche a livello mondiale. Il tasso di crescita medio annuale a due cifre degli ultimi cinque anni lo conferma.

Il 24 ottobre a Lussemburgo Roman Probst e il suo team avranno tre minuti di tempo per convincere l’importante pubblico che la loro impresa può crescere anche a livello mondiale ed essere quindi interessante per investitori e partner economici.

Scoprite nell’attuale rassegna stampa, perché TRANSLATION-PROBST SA è stata selezionata.


Categorie: Auszeichnungen
22 ottobre 2013
Nessun commento

(Deutsch) Wort der Woche – Koalition

Nach dem letzten Wahlsonntag in Deutschland steht erst einmal fest, dass Angela Merkel die strahlende Siegerin ist. Jetzt beginnt allerdings die Suche nach einer neuen deutschen Regierung, und das Wort «Koalition» fällt wieder unzählige Male am Tag. Deshalb wurde es zum Wort der Woche erkürt.

Zuerst einmal: Was bedeutet eigentlich das Wort «Koalition»? Abgeleitet wurde das Wort aus dem lateinischen Verb „coalescere“, das «zusammenwachsen», «verschmelzen» oder «sich einigen» bedeutet. Ins Deutsche kam der Begriff im 18. Jahrhundert, und zwar übers französische „coalition“. Eine Koalition − das Wort kann auch «Bündnis» oder «Verbindung» heissen − ist im heutigen politischen Sprachgebrauch als «Parteibündnis zum Zweck der Regierungsbildung» bekannt. Wobei diese Bedeutung zum ersten Mal im England des 18. Jahrhunderts verwendet wurde. Dies ist erstaunlich, da damals oft Folgendes zitiert wurde: „England does not love coalitions.“

Perfekte Positionierung
Es mag ein linguistisches Spiel des Zufalls sein, dass das Wort «Koalition» im «Etymologischen Wörterbuch des Deutschen» zwischen «knutschen» und «Knüttel» sowie «Kobald» und «Koben» eingebettet ist. Knutschen wird als «liebkosend an sich drückend, heftig küssen, drücken, pressen oder quetschen» bezeichnet. Im Gegensatz dazu wird ein Knüttel auch «Stock mit verdicktem Ende, Knüppel oder Keule» genannt. Allerdings scheinen die Bedeutungen im Vergleich zu den heutigen politischen Koalitionen weniger zufällig als realistisch zu sein. Zwar drücken sich die Parteien nicht liebkosend an sich oder schlagen sich gegenseitig mit dem Knüppel, dennoch werden sie oft zusammengepresst und vor Neuwahlen mit einer imaginären Keule leicht bedroht.
Des Weiteren wird «Kobald» als «wertlos gehaltenes Metall» definiert, das nicht das erwartete Produkt ergab, und «Koben» wird heute als «Stall, Käfig oder Höhlung» verstanden. Bezüglich der heutigen politischen Koalitionen führen manchmal sogar die besten Bündnisse nicht zum erwarteten oder gewünschten Resultat. Zudem fühlt sich der eine oder andere Partner einer Koalition oftmals auch in einem Käfig eingesperrt.
Quelle: von Münch, I. (1992). Rechtliche und politische Probleme von Koalitionsregierungen. Berlin/New York: Walter de Gruyter.


Categorie: Wort der Woche
27 settembre 2013
Nessun commento