Tutti i contributi del blog > Interpretariato > Google dà voce alle macchine

Google dà voce alle macchine

Questa settimana Google ha reso noto che i suoi smartphone Android sono in grado di tradurre simultaneamente in 14 lingue grazie a Google Translate. Per alcuni questa notizia sembrerà una manna dal cielo, perché spesso, durante una conversazione, non si ha il tempo di consultare un dizionario. Ma è veramente possibile che una macchina sostituisca un interprete professionista qualificato? La risposta di TRANSLATION-PROBST SA è a chiare lettere: “No!”, perché la lingua, in particolar modo quella parlata, è molto complessa; inoltre occorre ricordare che le lingue sono vive, crescono e si evolvono continuamente. Una macchina non è in grado di trasferire da una lingua all’altra tutte le più sottili sfumature. Per questo motivo TRANSLATION-PROBST SA vi offre esclusivamente interpreti in possesso di una qualifica universitaria di carattere professionale.

Perché sceglierci:

Se cercate l’interprete più adatto alle vostre esigenze, ecco i dieci motivi per cui da noi siete nel posto giusto!

I nostri servizi di interpretariato rispondono ai massimi standard di qualità, affinché voi possiate sempre avere successo.

  1. Übersetzungsbüro
    7 dicembre 2011 a 14:21 | #1

    Da kann ich nur zustimmen. Maschinen werden noch lange keine Menschen ersetzen können.

  1. Nessun trackback ancora...