Archivio

Posts Tagged ‘Testi pubblicitari’

“La giornata della non-pubblicità”

11 maggio 2011
Jacques Séguéla trifft TRANSLATION-PROBST

Jacques Séguéla

Cosa sarebbe il mondo senza la pubblicità? Se c’è qualcuno che può rispondere a questa domanda, è Jacques Séguéla, ex consulente per le pubbliche relazioni di François Mitterrand e proprietario di HAVAS, una delle più importanti agenzie pubblicitarie a livello mondiale. Il suo intervento – 50 anni di esperienza in campo pubblicitario, innovazione e vitalità, concentrato in un’ora – ha letteralmente affascinato: impressionanti le sue esperienze, sagge le sue parole e facilmente comprensibili le sue argomentazioni. Senza pubblicità, nessuna indipendenza dei media; senza indipendenza dei media, nessuna democrazia: questo è quanto afferma Séguéla. Il pubblicitario Frank Bodin ha considerato Jacques Séguéla, a ragion veduta, un grande modello a cui ispirarsi. Già solo l’intervento di Séguéla è valso il viaggio fino a Lugano.

Roman Probst am Tag der Nicht-Werbung

Networking

Le limitazioni o addirittura i divieti dei mezzi pubblicitari non hanno senso. Nel corso dell’86a assemblea dei soci di Schweizer Werbung SW/PS, il 6 maggio, si è parlato proprio di pubblicità e di divieti pubblicitari. Poiché questa tematica interessa pubblicitari, politici e giornalisti, il motto della riunione è stato “La giornata della non-pubblicità”.

Dopo l’intervento di apertura da parte di Jacques Séguéla, hanno partecipato alla discussione sulla tematica “Un mondo senza pubblicità?” noti politici, giornalisti e operatori dei media sotto la guida del Consigliere nazionale Filippo Leutenegger:

  • Roger Brennwald, Presidente di Swiss Indoors Basilea: “Sport senza pubblicità?”
  • Roger de Weck, Direttore generale di SRG: “I media elettronici senza pubblicità?”
  • Hanspeter Lebrument, Presidente di Schweizer Medien: “La stampa senza pubblicità?”
  • Natalie Rickli, Consigliere nazionale: “La politica senza pubblicità?”
  • Michael Gibbert, Professore di marketing all’USI (Università Svizzera Italiana): “L’economia politica senza pubblicità?”

Le più vive congratulazioni e un grazie di cuore per il successo della manifestazione a Filippo Lombardi (Consigliere nazionale e Presidente di Schweizer Werbung), a Ursula Gamper (Direttore di SW) e Urs Schnider (Addetto alla comunicazione di SW).

Vieni a incontrarmi a Montreux!

22 ottobre 2010

Purtropppo il TTW è giunto  ancora una volta al termine. Ringrazio tutti i visitatori: è stato molto piacevole potervi assistere direttamente nel tiro con la balestra. Continuate assolutamente  a esercitarvi con il nostro gioco online – alcuni di voi ne hanno estremamente bisogno! Ricordatevi che in palio c’è pur sempre un soggiorno linguistico in Australia! Colpite nel segno e vincete! I nostri vicini di stand, KUONI, – che, come noi, puntano sull’ “elveticità” – hanno fatto centro. Ancora un’osservazione: La mia barba incolta non è una questione di vanità, non dipende dalla mancanza di elettricità o da un’allergia alla schiuma da barba – la questione è solo che sono uno svizzero d’altri tempi e la mia barba rappresenta la mia  grande esperienza nel fare centro.

A presto!

Ecco come le aziende trovano le parole giuste…

30 giugno 2010

Cosa significa traduzione professionale? Come nascono le traduzioni, grazie alle quali è possibile vendere di più? A tal proposito leggete l’intervista dell’esperto a Probst che vi proponiamo, insieme ai nostri articoli sul blog.

Un quadro dice più di mille parole, ma i bei quadri sono rari. Se osservo un quadro, questo mi racconta una storia. Tuttavia per potermi confrontare su questo quadro, per classificarlo e quindi valutarlo, devo entrare in contatto con altre persone. Lo posso fare in forma scritta o orale, in entrambi i casi il mezzo per riuscirvi è la lingua. Ed ecco che entra in gioco TRANSLATION-PROBST.

Roman Probst

Roman Probst

Mettete da parte dizionari e traduttori automatici online per tradurre frasi in una lingua straniera. Le parole, infatti, possono nascondere più di un significato e alcune espressioni non possono essere facilmente rese in un’altra lingua. Le traduzioni realizzate grazie ai software sono un aiuto per il traduttore; tuttavia a livello qualitativo non lo possono eguagliare, in quanto gli strumenti multimediali mancano di intelletto, nonché di sensibilità linguistica.

Per un’azienda sarebbe un vero disastro se una campagna pubblicitaria non venisse compresa o venisse interpretata erroneamente dal proprio pubblico o se non catturasse l’interesse dei potenziali clienti.

Per che cosa si caratterizza una traduzione professionale?

Molti degli oltre 300 traduttori che collaborano con noi vivono nel proprio paese di origine. Traducono esclusivamente nella loro lingua madre, ovvero nella lingua che parlano da quando sono piccoli e che utilizzano abitualmente nel loro quotidiano. Ciò implica massima competenza nell’ambito socioculturale del target di riferimento. Sono specializzati in precisi ambiti tecnici, si tengono costantemente aggiornati, stando per così dire, sempre al passo. Andiamo particolarmente fieri della nostra garanzia di qualità, in quanto ogni testo viene sempre revisionato da un professore.

In questo modo si producono traduzioni professionali che, grazie ad un adattamento  del testo in funzione del destinatario, ottengono l’obiettivo prefissato. Il messaggio arriva con successo. È garantito!

Indirizzare le traduzioni al target di riferimento

1 giugno 2010

Sentirsi interpellati nella propria lingua, aiuta anche a sentirsi capiti e benvenuti. Queste sono le persone che diventano clienti. Questo semplice principio era già stato reso noto dall’ex  cancelliere tedesco, vincitore del premio Nobel per la pace, Willy Brandt: “Se si desidera vendere qualcosa, è necessario parlare la lingua dei clienti…”.

Zürich Tourismus l’ha capito. A partire dal 2008 i russi hanno iniziato a preferire Zurigo, tra le varie mete svizzere. L’intenzione è quella di promuovere ulteriormente questa tendenza attraverso una commercializzazione mirata, destinata ai turisti russi. Proprio TRANSLATION-PROBST assiste Zürich Tourismus nel perseguimento di tale obiettivo. Noi traduciamo l’intera homepage in russo, adattando i contenuti esplicitamente per il pubblico russo.

Lo sforzo è ricompensato, in quanto diversi media, quali 20 Minuten, NZZ Online e Tagesanzeiger hanno parlato di tale investimento orientato ai clienti. Inoltre, nonostante la crisi, quest’anno il numero dei turisti russi è cresciuto; sembra proprio che a Zurigo si sentano a casa loro.

Se un’azienda non si rivolge al proprio target di riferimento, finisce per perdere i clienti. Per saperne di più in merito all’adattamento di testi e traduzioni per target di riferimento, leggete l’articolo “Die Sprache der Kunden sprechen” (“Parlare la lingua dei clienti”) apparso sulla rivista “Inside” edita da FH Schweiz.

Nei link sottostanti, troverete i consigli di un’azienda partner, Worldsites, in merito all’adattamento ottimale dell’offerta ai clienti.

“Parlare la lingua dei clienti e adattare il messaggio ai consumatori locali”

“Adattamento alla lingua del cliente e messaggi globali per consumatori locali”

“Come evitare errori nella traduzione e nell’approccio col cliente”

Roman Probst